Codici a barre

barcodeAzul sistemi affronta/utilizza i codici a barre in svariate occasioni, ma sempre per l’identificazione degli oggetti:

  • Bobine per rotative
  • Articoli di magazzino
  • Commesse di produzione (anche generate da altri gestionali)

Nel caso delle bobine leggiamo lo standard delle cartiere (IFRA 16), ma in scrittura (spezzoni e rietichettature) utilizziamo codifiche più robuste e facili da leggere.

Stesse robuste codifiche che utilizziamo anche quando si decide di identificare le commesse con il codice a barre (in alternativa all’identificazione tramite tag RFID).

Potremmo utilizzare anche i “nuovi” codici 2D (i tradizionali codici a berre sono 1D). Nel nostro caso, però, Data Matrix, QRcode, e altri standard non apporterebbero nessun vantagio, richiedendo scanner più costosi e delicati.

Per i lettori di codici a barre abbiamo individuato un partner affidabile nella Opticon. Naturalmente, su indicazione del cliente possiamo utilizzare altre marche.